IL PERITO GEOTECNICO
 
 

Con la riforma Gelmini ed il riordino degli Istituti Tecnici, alcuni indirizzi di studio hanno subito delle variazioni, sia nella denominazione sia nelle materie di studio e nelle varie specializzazioni.

Quello che era definito Indirizzo Minerario e poi Geo-Ambientale, oggi è chiamato: Costruzioni, Ambiente e Territorio art. Geotecnico.

Una figura nuova, per certi aspetti, in quanto il nuovo tecnico ha, oltre al bagaglio culturale del tecnico minerario, delle competenze legate al rischio sismico, idrogeologico e ambientale.

Il Diploma conseguito al termine del percorso ad indirizzo “Geotecnico” è finalizzato alla formazione di tecnici con competenze nella conduzione e direzione dei cantieri per costruzioni in sotterraneo e delle cave, nella ricerca e nel controllo della pericolosità idrogeologica e geomorfologia, nella conduzione di bonifiche ambientali, nei rilievi topografici.

Obiettivo del nuovo corso è definire una figura professionale in grado di inserirsi in realtà produttive molto differenziate e caratterizzate da rapida evoluzione, dal punto di vista tecnologico e di organizzazione del lavoro.

La figura professionale del Geotecnico , flessibile e attenta ai cambiamenti, possiede una specificità fondata su un ampio ventaglio di conoscenze e competenze nel campo di ambiti relativi alla Geologia, Geofisica, Mineralogia, Geotecnica, Tecnica degli Scavi e Valorizzazione delle Risorse, Topografia e Tecnica delle Costruzioni.

In particolare, il diplomato PERITO GEOTECNICO al termine del percorso formativo avrà maturato le

competenze che gli consentono di :

• collaborare nella conduzione e direzione dei cantieri per costruzioni in sotterraneo di

opere quali tunnel stradali e ferroviari, viadotti, dighe, fondazioni speciali;

• intervenire con autonomia nella ricerca e controllo dei parametri fondamentali per la

determinazione della pericolosità idrogeologica e geomorfologica, utilizzando tecniche

di campionamento, prove in situ dirette, geofisiche ed in laboratorio, anche in contesti

relativi alla valutazione di impatto ambientale;

• eseguire le operazioni ai fini della caratterizzazione di siti inquinati (minerari e non) e operare nella conduzione delle bonifiche ambientali del suolo e del sottosuolo;

• utilizzare strumenti per rilievi topografici e per la redazione di cartografia tematica;

• inserirsi nel mondo del lavoro in qualità di responsabile dei lavori e della sicurezza nei cantieri minerari (Miniere, Cave, Perforazioni).

 

COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO ARTICOLAZIONE: GEOTECNICO